Mariarca, uccisa a coltellate dall’ex marito: una vita divisa tra il lavoro e i figli

Mariarca, uccisa a coltellate dall’ex marito: una vita divisa tra il lavoro e i figli

L’uomo, un pizzaiolo, ha chiamato i carabinieri per confessare l’omicidio. Lei scriveva su Facebook: «No alla violenza sulle donne»


TORRE DEL GRECO – Oggi a Torre del Greco è il giorno del dolore: dopo la rabbia e lo stupore provato ieri quando è giunta la notizia che Maria Archetta Mennella, 38 anni, era stata uccisa a coltellate dall’ex marito Antonio Ascione, 44 anni. È stato lui stesso a chiamare i carabinieri. L’omicidio è avvenuto in un appartamento di Noventa di Piave, in provincia di Venezia, dove la donna aveva trovato un lavoro e un rifugio dopo la separazione. La tragedia poteva essere ancora più grande se in casa ci fossero stati i figli, due ragazzini di 9 e 15 anni, sfuggiti alla furia omicida perchè erano in vacanza al mare da alcuni parenti.

Mariarca, come la chiamavano le amiche, era una donna bella e solare. Aveva girato la Campania per lavoro e infine il trasferimento a Venezia con un nuovo impiego e la possibilità di buttarsi il passato alle spalle. Una vita divisa tra il lavoro e i figli, di mezzo un amore malato con l’uomo che alla fine l’ha uccisa. All’esterno non mostrava turbamenti eccessivi ma negli ultimi tempi qualcosa non andava. Sul Facebook scrisse: «Mi fanno paura gli uomini che non capiscono che amare una donna vuol dire amare la sua libertà», una sorta di messaggio premonitore. Poi qualche giorno fa un atto di compassione nei confronti del suo ex marito. Antonio fa il pizzaiolo a Jesolo e aveva chiesto ospitalità a Mariarca per qualche giorno. La donna, ingenuamente, ha pensato che si potesse dialogare con lui, che la sua gelosia fosse scemata ora che non stavano più insieme. Invece qualcosa è andato storto. Il comportamento disinvolto della donna ha fatto scattare in lui il mostro morboso della gelosia.

Di mezzo non c’erano nemmeno i figli a poter mitigare l’assurda violenza di un uomo dalla mente offuscata dal desiderio di soffocare la felicità di Mariarca. Prima le ha rinfacciato i comportamenti di una vita da single, i giri con le amiche e le foto su Facebook. Poi la discussione è degenerata: ha preso un coltello da cucina e l’ha colpita ripetutamente fino a lasciarla agonizzante sul pavimento della cucina. Quando sono arrivati i carabinieri per la donna non c’era nulla da fare. Un epilogo già scritto.