Mugnano, atti persecutori e violazione del divieto di avvicinamento: arrestato

Mugnano, atti persecutori e violazione del divieto di avvicinamento: arrestato

I Carabinieri hanno sorpreso l’uomo in flagranza di reato mentre inveiva contro l’ex moglie


MUGNANO – Questa mattina i Carabinieri di Mugnano hanno arrestato in flagranza per atti persecutori nonchè per violazione del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, un soggetto 64enne del luogo. L’uomo, poco prima, veniva sorpreso dai militari dell’Arma nei pressi dell’abitazione dell’ex coniuge, una donna 56enne anch’ella di Mugnano di Napoli, in flagrante violazione del divieto di avvicinamento alla persona offesa a cui era sottoposto.

Nella circostanza l’uomo aveva iniziato ad inveire verbalmente nei confronti dell’ex moglie ingiuriandola con epiteti scurrili venendo prontamente bloccato dai militari. I Carabinieri hanno inoltre accertato che l’uomo, da circa un anno, ovvero dalla loro separazione, poneva in essere una serie di comportamenti persecutori (pedinamenti, appostamenti, controlli, comunicazioni e molestie telefoniche) ed aveva usato violenza psicologica nei confronti della donna, ingenerando nella stessa stati di ansia e paura che avevano compromesso il normale svolgimento della sua quotidianità. L’arrestato sottoposto in regime di domiciliari presso la propria abitazione in attesa della celebrazione del rito direttissimo.