Paura nel napoletano: colpi di pistola contro la casa di un imprenditore

Paura nel napoletano: colpi di pistola contro la casa di un imprenditore

Non è il primo raid intimidatorio nei confronti di quest’attività


ACERRA – Atto intimidatorio, con tutta probabilità, nei confrotti di piccoli imprenditori delle pompe funebri, ad Acerra. Questa notte, intorno alle 4 sono stati sparati, infatti, come riporta ilmattino.it, sette colpi di pistola sulla palazzina in cui abita la famiglia Pacilio, in via Tirso, una traversa di via Volturno, a pochissima distanza dalla caserma dei carabinieri. I proiettili hanno danneggiato il cancello d’ingresso della proprietà e il muro in cui si trova il citofono.

Si tratta dell’ennesimo raid ai danni di questa impresa locale, già duramente colpita un anno e mezzo fa, quando furono messi a segno alcuni attentati incendiari davanti all’ufficio della ditta Pacilio, in pieno centro storico di Acerra. In quello stesso periodo sul cancello appena danneggiato dai colpi di pistola fu appesa da ignoti la testa di un capretto, un macrabro avvertimento. Intanto da tempo gli inquirenti battono tutte le piste possibili ma non si riescono a trovare i responsabili di queste intimidazioni né il movente. Le donne della famiglia Pacilio sono molto preoccupate. « In questa palazzina – affermano – siamo quattro nucleo familiari per un totale di una ventina di persone, tra le quali bambini e ragazzi: abbiamo paura per loro, ormai qui si vive nel terrore ».