Post vergognosi sui bimbi malati di cancro: la Terra dei Fuochi denuncia Facebook

Post vergognosi sui bimbi malati di cancro: la Terra dei Fuochi denuncia Facebook

La querela, con risarcimento danni da un milione di euro per ciascuna vittima delle offese, è stata presentata da 300 abitanti


NAPOLI – Una pagina creata ad hoc per offendere e denigrare Napoli, e non solo. Ad essere preso di mira dalla pagina facebook “Napoletani popolo indegno ed incivile”, è il dramma delle mamme della Terra dei Fuochi: ironia sull’incidenza dei tumori e derisione sulle foto dei manifestanti.

Una querela con un’ingente richiesta di risarcimento danni – un milione di euro per ciascuna vittima delle offese – è stata presentata da circa trecento abitanti di quella universalmente conosciuta come Terra dei Fuochi, consegnata oggi alle forze dell’ordine, dall’avvocato Angelo Pisani, che ha intrapreso già analoghe battaglie giudiziarie. Alcuni post sono stati rimossi, ma la loro pagina è ancora attiva e visitabile.

La denuncia è scattata dopo la pubblicazione dell’ennesimo post offensivo,  dove  a comparire sono la foto di Aurora, una bambina di 10 anni che lotta da 3 contro una grave malattia, preceduta da una scritta altamente offensiva che recita “L’importante è O’Sol e O’Mar, poi che si crepa chi se ne fotte. Zingheri”. A replicare al post, decisamente di cattivo gusto considerato, tra l’altro, che va a colpire una bambina che lotta tutti i giorni per la vita, la giornalista Marilena Natale, che ha seguito molto da vicino le vicenda della piccola Aurora. Leggi il post

Anche l’associazione «La terra dei cuori» – costituita per aiutare i bambini oncologici, di cui Aurora è diventata la mascotte, presieduta da Marilena Natale, che vede tra i fondatori anche Gigi D’Alessio – ha annunciato la presentazione di una denuncia e la costituzione di parte civile in un eventuale processo. “Citiamo per danni anche Facebook – dichiara l’avvocato Pisani – per il mancato controllo e la mancata eliminazione del profilo”.

LEGGI ANCHE: https://www.ilmeridianonews.it/2017/07/la-bambina-che-oggi-avete-osato-nominare-ha-10-anni-e-lotta-come-una-guerriera-da-3/