Rapinatori napoletani in trasferta: presa la banda dei Rolex

Rapinatori napoletani in trasferta: presa la banda dei Rolex

Usavano sempre la stessa tecnica: sono stati incastrati dalle telecamere di sorveglianza


ROMA – La tecnica era collaudata. Scelta la vittima la seguivano, e poi dopo averla fatta parcheggiare, la aggredivano. Dieci le rapine messe a segno, nel giro di due mesi, tutte compiute nelle ore mattutine nelle zone di Tor Carbone e dell’Eur, 150.000 euro il valore complessivo del bottino. Ad individuare i responsabili, cinque uomini, tutti di origine napoletana, gli agenti della Polizia di Stato della squadra mobile di Roma.

L’attività investigativa degli agenti è partita da attenti servizi di osservazione e appostamenti nelle zone più “battute”. E poi proseguita  attraverso le testimonianze ed il riconoscimento fotografico delle vittime. Al termine delle investigazioni, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma – Gruppo reati contro il patrimonio, sono stati emessi a provvedimenti restrittivi a carico dei cinque, tutti con  precedenti specifici. L.D. di 27 anni, S.V. 30enne, F.L. e S.A. entrambi 35enni e P.A. di 25 anni, sono stati raggiunti nelle loro abitazioni nei quartieri spagnoli grazie alla collaborazione del personale della Squadra Mobile di Napoli ed infine ristretti presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

IL VIDEO: