Rissa fuori al comune di Giugliano: la testimonianza delle figlie

Rissa fuori al comune di Giugliano: la testimonianza delle figlie

“Quella donna che ha circuito mio padre anziano mi ha colpito con la mazza da baseball. Grazie ai vigili ora sto bene”


GIUGLIANO – Rissa al centro di Giugliano. Questa mattina, poco dopo mezzogiorno, alcune donne sono state protagoniste di una rissa nei pressi del comando dei vigili urbani. I motivi della discuossione, denunciati dalla vittima, prima ai carabinieri della caserma di Giugliano e poi direttamente alla nostra redazione, sono di tipo familiari.

 

Protagonisti della spiacevole vicenda sono, una donna di età compresa tra i 40 e i 45 anni, di Giugliano, accusata di aver circuito un uomo anziano con l’obiettivo di sfruttarne il patrimonio, dall’altra parte le figlie dell’uomo. Dalle parole forti sono passati ai fatti. –Secondo la testimonianza delle donne – la giovane “amante” dell’uomo non ha perso tempo ad aggredire le figlie con una mazza e poi sputandole in viso. Immediato è stato l’intervento dei vigili urbani che hanno sedato la rissa e calmato gli animi.

Poco fa, abbiamo avuto il piacere di ospitare nella nostra redazione, le figlie dell’uomo anziano che hanno voluto spiegarci di persona la dinamica dei fatti.

LA DICHIARAZIONE:

“Questa storia ormai va avanti da circa tre anni. La signora in questione è una donna di Giugliano che sfrutta letteralmente mio padre solo per motivi economici. Mio padre è un uomo di circa 80 anni e vive di pensione, una buona pensione che lei puntualmente sperpera in cose inutili, costrigendo mio padre, negli ultimi tempi, anche ad indebitarsi. Siamo esausti di questa situazione, non ne possiamo più, anche perchè questa donna non perde occasione ad aggredirci e minacciarci. Anche questa mattina è successo, ancora una volta. Sono stata aggredita con una mazza di legno che lei aveva nel cofano della sua auto e non ha esitato ad usarla. Devo ringraziare il vigile urbano che è intervenuto prontamente, altrimenti a quest’ora ero in ospedale con la testa aperte in due parti. Abbiamo denuciato questa persona anche ai carabinieri di Giugliano, per aggressione, sperando che procedano nell’allontare questa donna dalla nostra famiglia.”