Sant’Antimo, cittadino sorpreso a gettare rifiuti dal finestrino dell’auto

Sant’Antimo, cittadino sorpreso a gettare rifiuti dal finestrino dell’auto

L’uomo è stato multato e la vettura posta sotto sequestro


SANT’ANTIMO – Ormai non c’e tregua in un territorio dove da anni vengono posti in essere tutti i mezzi per contrastare le condotte illecite. I numeri non mancano in termini di risultato e le date delle attività fanno capire che il corpo della polizia municipale, anche se ridotto di organico, è comunque presente, soprattutto per la tutela dell’ambiente. Uno dei punti di forza è il contrasto ai crimini ambientali. L’unità polizia ambientale, prima inesistente, è stata istituita nel 2011, con l’insediamento del Comandante, Maggiore Chiariello, che nel  suo curriculum annota la specializzazione in diritto e gestione dell’ambiente conseguita con la cattedra del prof. Amirante. Ora è toccato ad un altro automobilista, non un extracomunitario, al quale i cittadini addossano le responsabilità del degrado,  ma un santantimese, il quale a bordo della sua auto ha lanciato  un sacchetto dei rifiuti dal finestrino.

La segnalazione tempestiva delle guardie  ambientali ha consentito agli agenti della polizia locale di Sant’Antimo di bloccare il veicolo e controllare i documenti. L’auto è risultata priva di copertura assicurativa e quindi sequestrata ed elevata la sanzione dovuta per abbandono rifiuti. L’altro giorno è toccato ad un altro incivile che aveva abbandonato rifiuti in località stazione ferroviaria, il quale è stato sanzionato e obbligato a ripulire l’area, cosa fatta.
Lo dico sempre che “..l’Ambiente è tutto ciò che ci circonda..”, è.dobbiamo tutelarlo come fosse un bambino indifeso. Segnalate in privato chi sversa senza esporvi direttamente! Questo l’appello del dr. Chiariello.