Servizi sociali a Giugliano, Sequino: “Situazione disumana”

Servizi sociali a Giugliano, Sequino: “Situazione disumana”

La denuncia del consigliere comunale di Forza Italia: “Mi sono imbattuto in scene da terzo mondo”


GIUGLIANO – Una situazione ingestibile alla sede dei servizi sociali del comune di Giugliano, in via Aniello Palumbo. L’enorme affluenza all’esterno degli uffici rende letteralmente impossibili le varie operazioni di accoglienza. Le giornate vanno avanti tra i disagi sia per gli impiegati che per i numerosi cittadini costretti ad attendere ore per entrare nello stabile di via Palumbo.

La situazione è stata denunciata dal consigliere di opposizione di Forza Italia, Alfonso Sequino, che dichiara:

“Stamane, come tante altre volte, recandomi alla Casa dei Diritti di via Aniello Palumbo, mi sono imbattuto in scene da “terzo mondo”.

Confusione, gente ammassata, la guardia all’ingresso soffocata dalla folla, persone che fanno andirivieni nei corridoi e strillano all’impazzata, impiegati aggrediti verbalmente e costretti a lavorare in condizioni pessime.

Chiederò al Consiglio Comunale di rivedere l’assetto totale di tale organizzazione per evitare ancora di assistere a scene del genere. Questa confusione rallenta, il già pesante lavoro che, gli impiegati del settore, debbono sopportare tutto l’anno.

L’utilizzo del portierato sociale deve essere adeguato e deve avere delle regole ben precise. A breve protocollerò una proposta di riordino di quella struttura al fine di farla divenire “umana”.

Agli impiegati ed agli operatori del settore, intanto, va un plauso per come riescono a gestire e rispondere alle esigenze dei cittadini in condizioni di totale disorganizzazione.

La politica deve essere in grado di gestire i processi e non di subirli. Ai cittadini va garantita la decenza quando accedono agli uffici comunali.”