Smantellato il clan Orlando col blitz di questa mattina, 11 arrestati nell’area Nord

Smantellato il clan Orlando col blitz di questa mattina, 11 arrestati nell’area Nord

In manette il nuovo reggente, colpiti anche i vertici già in carcere


MARANO – I carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Napoli su richiesta della DDA nei confronti di 11 indagati, 7 liberi e 4 già in carcere nei comuni di Marano, Calvizzano e Villaricca e nelle case circondariali di Voghera, Terni, Cagliari e Palermo. Si tratta di elementi apicali del clan Orlando e del clan Nuvoletta-Lubrano, ritenuti responsabili di associazione di tipo mafioso ed estorsione.

Si tratta di:
Raffaele Orlando, classe ’54;
Angelo Orlando, classe ’79;
Castrese Carbone, classe ’80;
Raffaele Veccia, classe ’77;
Mario Sarappo, classe ’69;
Giuseppe Assenzo, classe ’69;
Salvatore Trinchillo, classe ’61;
Cristoforo Chianese, classe ’71;
Chiara Catuogno, classe ’79;
Vittorio Felaco, classe ’92;
Crescenzo Muoio, classe ’63.

L’indagine costituisce la naturale prosecuzione dell’attività investigativa che lo scorso 18 aprile ha portato all’arresto di 32 persone considerate affiliate ai sodalizi criminali, nonché al sequestro di beni per un valore di 7 milioni di euro. I carabinieri hanno accertato che a seguito della suddetta operazione al vertice del clan Orlando era stato posizionato Castrese Carbone, per il quale è stato chiesto ed ottenuto il regime di carcere duro 416 bis.

Grazie ad una serie di appostamenti ed intercettazioni audio e video è stato possibile documentare come i clan taglieggiassero l’attività edilizia privata attraverso un articolato sistema di “tangenti” parametrate sul valore di lavori in essere. Altre ipotesi estorsive si riferiscono all’attività di recupero crediti per conto terzi, tipica dei clan in questione. Con questa ordinanza sono stati smantellati i quadri criminali del clan Orlando sostituiti dopo gli ultimi arresti dello scorso aprile.

In foto Raffaele Veccia, Angelo e Raffaele Orlando, Mario Sarappo