Strisce blu a Qualiano, comune citato per 400mila euro. De Leonardis: “Pagano ancora i cittadini”

Strisce blu a Qualiano, comune citato per 400mila euro. De Leonardis: “Pagano ancora i cittadini”

Intervista all’ex presidente del consiglio che parla anche di PUC

@Saverio Nappo

QUALIANO – Il servizio di sosta a pagamento con le strisce blu continua a far discutere a Qualiano. Prima la difformità tra il numero di stalli previsti e quelli effettivamente realizzati, poi il furto di diversi parcometri che portarono alla sospensione dell’attività da parte della ditta, è infine di questi giorni la notizia che la stessa ditta che gestisce il servizio ha citato in giudizio il comune per una cifra di oltre 400mila euro. Ne abbiamo parlato con Raffaele De Leonardis, consigliere comunale già presidente del consiglio, che ci ha raccontato anche di tutte le vicende che hanno portato l’amministrazione a dare fondo alle casse per pagare le cause in cui si è trovata soccombente, portando così l’ente al limite del dissesto.

Nell’intervista De Leonardis fa riferimento anche alla vicenda PUC, il documento bocciato dalla città Metropolitana per la cui riscrittura il comune di Qualiano ha chiesto collaborazione, rivolgendosi però al Laboratorio Urbanistico di Pianificazione Territoriale, il LUPT, invece che al Dipartimento di Architettura, il DIARC della Federico II con cui l’ente ha firmato una convenzione. Un errore anche solo formale, che – secondo il consigliere – testimonia la confusione in cui versa l’amministrazione De Luca.