Tradito dalla moglie prende il fucile e spara sotto casa dell’amante

Tradito dalla moglie prende il fucile e spara sotto casa dell’amante

Gli spari hanno attirato l’attenzione dei residenti impauriti che hanno immediatamente allertato i carabinieri


NOLA – Tragedia sfiorata a Pizzolla di Nola, dove un uomo ha esploso dei colpi di fucile per difendere il fratello da un aggressore. La lite è scoppiata per motivi di gelosia, tra un 37enne di San Gennaro Vesuviano e l’amante della moglie, un 37enne di Piazzolla di Nola. Come riporta ilventiquattro.t, il marito tradito, scoperto l’intrigo amoroso, si è recato nei pressi dell’abitazione del suo rivale in amore, in via XX Settembre, dove lo ha affrontato dando vita ad una furiosa lite.

Il fratello dell’amante aggredito, allertato dal trambusto causato dai due, si è affacciato in strada dal balcone di casa, sita nella medesima palazzina in cui risiede il fratello, e visto quanto stava accadendo, ha preso il suo fucile, un calibro 12, automatico, legalmente detenuto, e ha esploso alcuni colpi per intimidire l’aggressore inferocito e metterlo in fuga. Gli spari hanno attirato l’attenzione dei residenti impauriti che hanno immediatamente allertato i carabinieri. Sul posto sono giunti i militari della stazione di San Gennaro Vesuviano che appurati i fatti, hanno denunciato in stato di libertà il signore che ha esploso i colpi, D. S. un 39enne, barbiere già noto aglii archivi dei carabinieri.