Un assegno per Carla Caiazzo. E lei accusa: “Abbandonata dalle istituzioni”

Un assegno per Carla Caiazzo. E lei accusa: “Abbandonata dalle istituzioni”

La cifra raccolta servirà per permetterle alcuni interventi chirurgici necessari per ritrovare la sua identità dopo essere stata sfigurata


NAPOLI – Si è chiusa con successo la campagna di Crowdfunding promossa dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania in favore di Carla Caiazzo, la donna bruciata viva dal suo ex compagno.

Questa mattina, presso la sede del Sugc in via Cappella Vecchia, c’è stata la cerimonia di consegna dell’assegno di 4.020,50 euro a Carla. La cifra raccolta servirà per permetterle alcuni interventi chirurgici necessari per ritrovare la sua identità dopo essere stata sfigurata.

“Sono grata ai curatori dell’iniziativa – dice Carla – Questo denaro mi aiuterà a sostenere le cure più immediate”. Che comprendono gli acquisti di medicine, di creme, o la spesa per interventi. Ma i danni non sono soltanto fisici. “Al di là dell’aspetto estetico – prosegue – questa vicenda è difficile da mandar giù anche da punto di vista psicologico: sentire che qualcuno ti sta accanto, oltre alla propria famiglia e affetti, può aiutare. Invece mi sono sentita abbandonata dalle istituzioni: se ne sono fregate”. Le definisce “assenti sotto ogni punto di vista” la donna violata dalla ferocia del suo ex.

“Forse l’Italia va così, spero che cambino le cose. E che si prendano provvedimenti efficaci contro le vittime di queste brutalità.

RACCOLTA FONDI PER CARLA, SFREGIATA DALL'EX: OGGI LA CONSEGNA DELL'ASSEGNO CHE SERVIRA' PER ALCUNI INTERVENTI CHIRURGICI. LEI: "ABBANDONATA DALLE ISTITUZIONI"Leggi >> https://www.ilmeridianonews.it/2017/07/un-assegno-carla-caiazzo-accusa-abbandonata-dalle-istituzioni/

Pubblicato da Il Meridiano News su Lunedì 3 luglio 2017