Arrestato mentre spaccia droga, il papà minaccia di morte i carabinieri

Arrestato mentre spaccia droga, il papà minaccia di morte i carabinieri

Spacciava nell’area sotto l’influenza del gruppo camorristico della “Vanella Grassi”


NAPOLI – Lui faceva da corriere e i ragazzi più grandi gli coprivano le spalle.  Un 17enne è stato arrestato dai Carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella per spaccio di stupefacenti, insieme a un 26enne ed un 24enne. A difesa del minore è intervenuto il padre che prontamente ha minacciato i carabinieri.

Durante servizi di osservazione su una piazza di spaccio” nel complesso di edilizia popolare del lotto “p”, le cosiddette “case dei puffi”, area sotto l’influenza del gruppo camorristico della “Vanella Grassi”, i carabinieri hanno sorpreso i tre a effettuare cessioni di stupefacenti a tossicodipendenti del luogo: il minorene materialmente consegnava la droga e gli altri due gli facevano da vedetta.

I tre sono stati bloccati dopo un breve inseguimento. Le loro perquisizioni personali e l’ispezione dei luoghi sui quali si aggiravano hanno portato al sequestro di 9 dosi di eroina e 7 di crack, nonché di 203 euro in banconote e monete di vario taglio provento d’illecita attività.

Il padre 57enne del minore è stato denunciato per resistenza e violenza perché nelle fasi concitate dell’intervento aveva opposto resistenza e minacciato di morte i militari.
Gli arrestati sono stati tradotti nel centro di prima accoglienza dei Colli Aminei e a Poggioreale.