Napoletano ucciso come un boss negli Stati Uniti: preso il killer di Carlo

Napoletano ucciso come un boss negli Stati Uniti: preso il killer di Carlo

La polizia sta dando la caccia ad un presunto complice: una donna di 30 anni



NEW YORK – La polizia di Little Rock ha annunciato di aver arrestato l’assassino di Carlo Marigliano, il tassista napoletano in vacanza negli Stati Uniti freddato a colpi di pistola mentre si trovava a bordo di un’auto presa a noleggio. Il killer è il 35enne Andre Jackson che ora è accusato di omicidio aggravato. La polizia dello stato dell’Arkansas da anche la caccia ad un presunto complice, la 30enne Charina Fort. Secondo gli inquirenti si è trattato di una rapina finita male anche se le modalità dell’omicidio, un colpo alla tempia da distanza ravvicinata, all’inizio avevano fatto pensare ad una sorta di esecuzione.

Dagli Stati Uniti anche il papà di Carlo, lo youtuber Ciro Marigliano noto come “il gatto napoletano”, ha espresso la sua soddisfazione per l’esito delle indagini e si è scrollato di dosso il peso di alcune voci diffuse da amici di famiglia – o presunti tali – che sostenevano che il figlio fosse partito alla volta degli USA per “cambiare vita”. Il giovane napoletano invece era in vacanza e l’11 agosto si sarebbe dovuto riunire a Miami con il resto della famiglia, una moglie e due figli piccoli. Nei prossimi giorni il corpo tornerà in Italia per i funerali.