Vincenzo, ucciso e fatto a pezzi: è caccia agli eventuali complici di Ciro

Vincenzo, ucciso e fatto a pezzi: è caccia agli eventuali complici di Ciro

Il killer continua ad avvalersi della facoltà di non rispondere


AVERSA – Per gli inquirenti Ciro Guarante non avrebbe agito da solo. Le dimensioni del cadavere di Vincenzo Ruggiero e la corporatura esile di Ciro non avrebbero permesso al killer di compiere l’efferato omicidio e l’occultamento di cadavere senza alcun aiuto.

I carabinieri  del maggiore Antonio Forte anche oggi hanno continuato a sentire decine persone che possono essere a conoscenza di dettagli utili, come amici e parenti della vittima e del presunto omicida. Trattare un cadavere con dell’acido, sezionarlo con una motosega, sono operazioni che richiedono specifiche competenze. “Modalità mafiosa” per far scomparire un corpo, tuonano dalla Procura di Napoli nord che sta coordinando le indagini sulla morte di Vincenzo.

Ciro Guarente, 35 anni, ex dipendente della marina militare resta in carcere. Interrogato ieri dal pm, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nei suoi confronti è stata emessa una ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio volontario aggravato. Scene raccapriccianti, come in un film horror: prima l’omicidio, poi il trasporto del cadavere in quel garage fittato dal killer per l’intero mese di luglio. Ha provato prima a sciogliere Vincenzo con l’acido, poi ha preso una motosega ed ha sezionato il corpo del 25enne in più parti. I resti sono stati poi messi in una vasca e coperti di rifiuti e abiti. In un buco al centro della vasca topi e ragni avevano costruito una tana. Accanto, la polvere di cemento e le mattonelle comprate il giorno 8 luglio da Ciro per cercare di coprire tutto.

Il movente è la marcia gelosia verso Heven, la trans, ex fidanzata del killer, con cui Vincenzo condivideva l’appartamento di Via Boccaccio ad Aversa da alcuni mesi, luogo dove il 25enne è stato ammazzato. Heven dal canto suo ha sempre smentito una relazione amorosa con Vincenzo. Una vicenda dai contorni inquietanti ed ancora poco chiari.  L’unica cosa certa è che questo giallo è ancora lontano da una soluzione.