Vincenzo è stato ucciso con due colpi di pistola e poi fatto a pezzi

Vincenzo è stato ucciso con due colpi di pistola e poi fatto a pezzi

L’autopsia chiarisce le cause della morte: caccia ai complici. Indagata anche la trans Heven


NAPOLI – È stato ucciso con due colpi di pistola il 25enne Vincenzo Ruggiero, l’attivista gay morto per mano di Ciro Guarente. A stabilirlo sono stati i primi risultati dell’autopsia effettuata dal medico legale sui resti del suo corpo. Il cadavere di Vincenzo infatti è stato cosparso di acido, fatto a pezzi e poi murato in un garage di Ponticelli. Gli accertamenti delle ultime ore hanno portato al ritrovamento di altri brandelli di corpo, tra cui la mano sinistra, ma soprattuto ad una svolta nelle indagini. La transessuale Heven Grimaldi è stata indagata per favoreggiamento ed stata messa sotto torchio dagli investigatori per quasi 5 ore.