Agguato di camorra nella notte: ucciso il figlio del boss

Agguato di camorra nella notte: ucciso il figlio del boss

A cadere sotto numerosi colpi d’arma da fuoco un giovane di 21 anni


agguato

NAPOLI – Si torna a sparare a Napoli. Questa notte, intorno alle 3, l’ennesimo agguato di camorra. A cadere sotto i colpi dei sicari, Nicola Notturno, 21 anni, ammazzato con numerosi colpi di pistola in via Ghisleri. Sul posto i sanitari del 118 che hanno tentato di rianimare il corpo. Inutle la corsa in ospedale, il giovane è deceduto durante il trasporto al San Giovanni Bosco.

AGGUATO NELLA NOTTE

Nicola Notturno, già noto alle forze dell’ordine, era il figlio di Raffaele Notturno, pluripregiudicato, elemento apicale del gruppo degli scissionisti di Scampia, arrestato nel 2012 in un appartamento-bunker, al sesto piano del lotto Tb, nel cuore di Scampia, in via Ghisleri. È stato ucciso con almeno dieci colpi di pistola: a terra, infatti, sono stati ritrovati dieci bossoli e un’ogiva. Le indagini sono state affidate alla Squadra mobile di Napoli e agli agenti del commissariato di polizia di Scampia.

Nicola Notturno era anche il nipote di Gennaro Notturno, alias, ‘O Sarracin, neo pentito della cosca degli scissionisti di Secondigliano legato al clan Amato-Pagano.

La famiglia Notturno fa parte del cartello che raduna anche gli Abete e gli Abbinante, in guerra per il controllo delle piazze di spaccio di Napoli con il gruppo della Vanella Grassi e ciò che resta del clan Di Lauro.

 

 

FONTE FOTO: www.ilmattino.it

agguato