Pazienti in attesa e loro a prendere il caffè: sospesi 2 equipaggi della Croce Rossa

Pazienti in attesa e loro a prendere il caffè: sospesi 2 equipaggi della Croce Rossa

Gli uomini della Croce Rossa, entrati in servizio alle 8.30, dopo un quarto d’ora erano già in pausa


NAPOLI – Avrebbero dovuto essere in ambulanza a trasportare pazienti in barella e in attesa di un letto ed invece erano al bar a prendere il caffè. Dopo lo scandalo che ha travolto alcuni dipendenti della centrale operativa del 118 di Napoli, nell’occhio del ciclone ci finiscono ora due degli equipaggi della Croce Rossa in servizio al Cardarelli. Come riporta Il Corriere del Mezzogiorno, la vicenda risale all’ultima settimana di agosto.

Ad accorgersi di questo grave comportamento è stato il management del Cardarelli che, attraverso il bed manager Ciro Coppola, che secondo le dichiarazioni rilasciate alla suddetta testata, ha poi chiesto l’adozione di provvedimenti immediati. Poi spiega che è stato un atto dovuto e che non è tollerabile che gli ammalati debbano restare in barella in attesa che il personale delle ambulanze prenda il caffè.

Gli uomini della Croce Rossa, entrati in servizio alle 8.30, dopo un quarto d’ora erano già in pausa. Il motivo? Quello di prendere il caffè nella stazione di servizio che si trova proprio all’esterno del Cardarelli. Intanto, i pazienti erano in attesa di essere trasferiti. Avanzata la segnalazione e la richiesta di procedimento disciplinare, il presidente del comitato di Napoli della Croce Rossa, Paolo Monorchio, ha immediatamente risposto con una sospensione temporanea dei dipendenti.  Per questo motivo si è deciso di sospenderli dal servizio, e sicuramente non torneranno più al Cardarelli».