Salvatore Navarra, portiere o risolutore di problemi?

Salvatore Navarra, portiere o risolutore di problemi?

Il Giugliano scopre un gran portiere tra le sue fila. Secondo rigore parato in tre partite: già quattro punti conquistati portano soprattutto la sua firma. La cattiva notizia è che i miracoli non sempre accadono

@Saverio Nappo

GIUGLIANO – La seconda giornata del campionato di Eccellenza – Girone A – è stata archiviata da oramai qualche giorno. Il pareggio contro il Virtus Volla è un risultato tutto sommato giusto per quanto visto al Vallefuoco. I bianco azzurri sono una formazione ben rodata e assai compatta oltre ad essere, ovviamente, sufficientemente già pronta atleticamente parlando: uscire dal campo con uno o più punti in tasca non era cosa scontata. Eppure i ragazzi di Mister Amorosetti hanno portato a compimento la missione, tenendo bene il campo. Tuttavia, il secondo turno di campionato – il primo si è giocato sul campo del Pimonte, partita sospesa sullo 0-0 per forte vento – ha evidenziato alcune lacune colmabili solo con il lavoro sul campo. Oltre quest’ovvietà, il campo ha dato ai circa 400 tifosi giuglianesi assiepati sugli spalti una piacevole sorpresa. Il Giugliano ha un portiere che risolve problemi: Salvatore Navarra.

 

salvatore-navarra-giugliano
La curva giuglianese esulta per il rigore parato da Salvatore Navarra

Salvatore Navarra
Trentuno anni, quattordici anni da calciatore. Metà della sua vita passata tra i pali a protezione della linea di porta. Lo scorso anno tra le fila del Mondragone (ritroverà i suoi ex compagni durante l’arco di questa stagione), ha risposto col sorriso alla chiamata del Giugliano, non più di un mese e mezzo fa. Come tutti gli altri, non ha avuto molto tempo a disposizione per allenarsi, sia fisicamente che tatticamente. Il Giugliano è risorto all’improvviso, da un giorno all’altro, spiazzando tutti. Si, può dire che una squadra composta da undici giocatori che giocano assieme da poco più di un mese esprima il suo potenziale attuale solo per inerzia e talento? Io credo di sì e non è assolutamente una discriminante. Anzi. Soprattutto, non lo è per Salvatore Navarra. È soprattutto grazie alle sue parate che il Giugliano ha ottenuto i tre punti nel secondo e ultimo turno del mini girone eliminatorio di Coppa Italia, vinto come prima. È soprattutto grazie alle sue parate che si è mantenuta l’imbattibilità del Vallefuoco contro un avversario forse più pronto e tosto del Giugliano. In entrambe le partite, Salvatore ha parato due rigori. Entrambi con scatto elastico e pulito alla sua destra. Entrambi nel finale di gara, quando – poi – non ci sarebbe stato più tempo per rimediare. Salvatore ha mantenuto la calma e la lucidità. Ha sentito la sua porta. Ha anticipato l’avversario. Lo ha capito. E ha parato due rigori in due partite, di fatto guadagnando 4 punti per la sua squadra. Un problem solver così, in squadra, è una chiccheria.

Le immagini della partita, riprese dai colleghi della redazione di Sport Event: al min 7:00 il rigore parato da Salvatore Navarra

 

Evoluzione tattica
Mister Amorosetti è uomo di calcio. Uno che conosce queste categorie. Conosce le insidie e sa come gestire chi è all’alba della sua carriera e chi al tramonto, portando tutti a tenersi per mano per serrare i ranghi. Si avverte il suo lavoro anche dopo così poco tempo a disposizione, non a caso. Tre partite, tre goal fatti e uno subito, due vittorie, un pareggio, vittoria del girone di Coppa Italia: è questo il biglietto da visita del suo 4-4-2 equilibrato su cui sta plasmando il suo Giugliano. Il Mister lo sa che tra i pali ha chi gli potrebbe risolvere problemi lungo tutto l’arco della stagione. Salvatore Navarra ha dimostrato di essere affidabile e mai approssimativo, tanto nelle uscite alte quanto nelle rimesse di gioco, sia nei momenti di gara blandi che nei frangenti importanti (vedi i due rigori parati al novantesimo). Sarebbe cosa buona e giusta approfittare di queste caratteristiche naturali per sviluppare un gioco che parta proprio dai piedi del portiere, palla a terra. Il gioco ragionato sembra essere il miglior modello di calcio per questa squadra. In tutte e tre le uscite stagionali dei gialloblu, il livello di gioco è stato medio alto e pienamente soddisfacente fino a quando le gambe hanno retto e la stanchezza non ha intaccato la lucidità degli interpreti. Difatti, in ogni partita fin qui giocata, il Giugliano è calato vistosamente all’ora di gioco. I cross alla cieca in avanti sono aumentati terribilmente, pregiudicando pesantemente il gioco della squadra e la sua pericolosità offensiva. Tutto naturale per una squadra che non ha svolto il precampionato, ovviamente. Tuttavia, in due partite su tre, Salvatore Navarra ha risolto i problemi derivanti dal crollo di rendimento in modo brillante. Sarebbe meglio chiudere prima le partite, giocano la palla a terra, costruendo le azioni in modo lucido. I miracoli possono anche non ripetersi, senza che nessuno abbia colpe.

salvatore-navarra-portiere
Solo applausi per i ragazzi di Mister Amorosetti, sostenuti incessantemente per 90 minuti