Stadio e qualificazione: doppia missione compiuta

Stadio e qualificazione: doppia missione compiuta

Due prodezze mandano il Giugliano ai sedicesimi di Coppa Italia Dilettanti (contro il Bairano in trasferta): pallonetto delizioso di Mascolo e rigore parato da Navarra nel finale. La squadra comincia ad amalgamarsi, migliora la fluidità del gioco. Intanto, questa mattina, ottime notizie dall’amministrazione comunale di Mugnano

@Saverio Nappo

MUGNANO – Erano i due obiettivi principali da raggiungere nel più breve tempo possibile, entrambi in questa settimana. Era necessario battere l’ASD Ponticelli per staccare il biglietto d’accesso ai sedicesimi di finale di Coppa Italia Dilettanti come prima del mini girone. Era necessario ottenere la concessione dello stadio Vallefuoco di Mugnano come casa provvisoria, in attesa di un miracolo improbabile da parte del Comune di Giugliano. Missione – doppia – compiuta. Ma procediamo con ordine nel raccontare questa due giorni importante per il calcio giuglianese.

stadio-giugliano-ponticelli
Immagini dallo stadio Vallefuoco: in primo piano, Bianco (2) in marcatura su Rigotti (foto di imcalcio.it)

Giugliano 1928-ASD Ponticelli (2-1)
La squadra è assieme da pochissimo tempo, assemblata velocemente. In città ci si sarebbe accontentati anche solo di rivedere la maglia gialloble su un campo da calcio qualsiasi ma evidentemente la Società presieduta da Salvatore Sestile non è stata di questo avviso. Il processo di costruzione della rosa – composta da 18 giocatori – non è stato né casuale né approssimativo. In poco tempo, si è provato a prendere dal mercato dei profili esperti della categoria oltre a giovani molto interessanti con una carriera ancora da vivere e costruire. Quella a disposizione di Mister Amorosetti era sulla carta una rosa sul quale poter lavorare bene per gettare le basi sulle quali lavorare nelle prossime sessioni di mercato. Quanto visto sul campo, sia nella prima uscita stagionale – a Casalnuovo (0-1), prima giornata di Coppa Italia Dilettanti – che nella seconda uscita – ieri, al Vallefuoco (2-1) –, ha mostrato valori e attitudine al gioco al di sopra delle aspettative. I giocatori selezionati per rappresentare la rinascita del calcio giuglianese sono profili noti: i dubbi erano legati al tempo per poter amalgamare la squadra e rodare l’affiatamento tra i reparti. Al netto del valore non considerevole degli avversari affrontati, 3 goal fatti e 1 subito in 180 minuti giocati senza aver effettuato alcuna preparazione tecnica e tattica sono come un buon caffè in un bar sconosciuto: piacevolmente sorprendenti.

Immagini della sfida di ieri pomeriggio allo stadio Vallefuoco, tra Giugliano 1928 e ASD Ponticelli (2-1), con intervista finale al presidente Sestile (lavoro realizzato dalla redazione di Sport Event).  Di pregevole fattura sia la rete del pareggio dell’ASD Ponticelli – punizione violentissima nel sette alle spalle del portiere gialloble – sia quella del nuovo e definitivo vantaggio del Giugliano – pallonetto preciso sul portiere in uscita -.

Stadio Vallefuoco di Mugnano
Arrivato allo stadio, dato l’orario oltremodo scomodo non mi aspettavo una presenza rilevante di spettatori. Eppure i circa 200 presenti sono più che apprezzabili, per un turno infrasettimanale di Coppa Italia Dilettanti, alle 15:30, contro un avversario “sperimentale” (l’ASD Ponticelli è una squadra composta da 9 under su 11: ha giocato una partita generosa, sfiorando il pareggio finale su calcio di rigore, poi parato da Navarra). Ciò che mi ha sorpreso è stato notare un certo malumore in molti dei presenti a partita non ancora cominciata. Perché? Fino a 10 minuti circa dal fischio d’inizio, Giugliano-Ponticelli si doveva giocare a porte chiuse per mancata concessione dell’impianto mugnanese alla società giuglianese. Autorizzazione evidentemente arrivata in extremis. La notizia, come comunicatoci dal consigliere Romagnuolo, è che proprio questa mattina la casa comunale mugnanese ha deliberato ufficialmente a favore della concessione dello stadio Vallefuoco al Giugliano per tutta la stagione calcistica – Campionato e Coppa Italia Dilettanti –. Conquistato il pass per il prossimo turno di Coppa Italia Dilettanti (il Giugliano giocherà contro il Bairano, in trasferta), anche la questione “casa” è stata definitivamente chiarita. In attesa di graditi segnali dalla politica giuglianese per quanto riguarda gli impianti sportivi cittadini, l’inizio della stagione sembra proseguire sui binari giusti.

Rete del nuovo vantaggio, realizzato da Mascolo. In questa azione si intuisce il potenziale di questa squadra: gioco ragionato, movimento in profondità coordinato, giocatore sempre a supporto dall’altra parte del campo. Il pallonetto è la ciliegina sulla torna di un’azione d’attacco costruita con intelligenza che ha fatto applaudire tutti i presenti allo stadio. Uscita da censurare del portiere avversario ma, come dire, alcune cose non sono commentabili.