Investì e uccise una donna, l’attore Diele resta ai domiciliari

Investì e uccise una donna, l’attore Diele resta ai domiciliari

Rigettata l’stanza del pm, che aveva chiesto il carcere per l’attore accusato di omicidio volontario aggravato


domiciliari

SALERNO – Resta ai domiciliari l’attore Domenico Diele, che la notte tra il 23 e 24 giugno scorso investì e uccise a Salerno la 48enne Ilaria Dilillo. A stabilirlo il tribunale del Riesame di Salerno, che ha respinto la richiesta del pm Elena Cosentino.

LA DECISIONE DEL RIESAME

Il pm, titolare delle indagini, nella giornata di lunedì aveva depositato un’istanza di custodia cautelare in carcere per l’attore senese, definito dal gip come «persona di non trascurabile pericolosità sociale. Insofferente alle regole e la cui consuetudine all’utilizzo degli stupefacenti era già emersa in diverse precedenti occasioni». Motivazioni che però non hanno convinto i giudici del Riesame che hanno stabilito che Diele potrà restare ai domiciliare nell’attesa del processo.

L’INCIDENTE E LA MORTE DI ILARIA

domiciliariDiele, lo ricordiamo, è accusato di omicidio volontario aggravato. Quella notte di giugno Diele era alla guida della sua Audi A3 quando tamponò lo scooter condotto dalla 48enne, sulla carreggiata nord della A/2, l’autostrada del Mediterraneo, all’altezza dello svincolo di Montecorvino Pugliano.

L’impatto, violentissimo, provocò il decesso della donna. L’attore guidava inoltre privo della patente e sotto gli effetti di stupefacenti. Il protagonista di 1992 e 1993 rimase in carcere a Salerno fino al 6 luglio scorso, da quel giorno è ai domiciliari a Roma nell’ abitazione della nonna.