Giugliano, fratelli travolti da un’auto in corsa: il 19enne è sveglio e sta meglio

Giugliano, fratelli travolti da un’auto in corsa: il 19enne è sveglio e sta meglio

Questa mattina sono attesi i risultati degli esami tossicologici del 17enne alla guida. La sorellina resta grave, ma è fuori pericolo


GIUGLIANO – Migliorano le condizioni dei due fratelli investiti da un’auto in corsa la notte di sabato scorso in Via Oasi Sacro Cuore, asse viario a ridosso del centro storico della città.

Ciro, 19 anni, è sveglio e lucido. Ha immediatamente chiesto della sorellina, Alessia, ed ha iniziato a rispondere a tantissimi messaggi di affetto ricevuti dai suoi amici. Attualmente è ancora ricoverato presso il nosocomio di Pozzuoli. E’ fuori pericolo, ma è ancora tenuto sotto osservazione dai medici.

Alessia,  la sorellina di 12 anni,è ricoverata al Santobono. Le sue condizioni restano gravi, riporta una frattura chiusa della volta cranica con lacerazione e contusione cerebrale, ma è  stazionaria.

LA NOTTE DELL’INCIDENTE

Erano le 00.40 quando i due fratelli sono stati travolti da una Panda Fiat in corsa ad alta velocità. I ragazzi, erano usciti  diretti a comprare alcuni cornetti a conclusione di un tranquillo sabato sera in casa e di ritorno sono stati coinvolti nel terribile schianto.

Le scene agghiaccianti si sono consumate sotto gli occhi dei genitori che stavano guardando  i figli mentre si recavano nel negozio di fronte la propria casa. I due stavano attraversando la strada, dopo aver comprato i cornetti, quando sono state vittime del violento impatto.

LE INDAGINI 

All’indomani del terribile incidente, i carabinieri della compagnia di Giugliano hanno rintracciato il conducente della vettura che ha travolto i due giovani. Si tratta di un minorenne, alla guida dell’auto senza patente, in compagnia di due amici.

Dopo il tragico episodio conducente dell’auto si è dato alla fuga a piedi abbandonando l’autovettura sul posto. I militari dell’arma  riescono a comprendere di chi fosse la vettura abbandonata e, giunti a casa del minore, spiegano quanto accaduto ai suoi genitori. Il giovane ha raccontato al padre che la vettura gli era stata rubata. Ma alla viste dei carabinieri è crollato. Il padre ha spiegato che il 17enne avrebbe preso l’auto senza avvisarlo.

Questa mattina sono attesi anche i risultati degli esami tossicologi, che se positivi, aggraverebbero la posizione del 17enne.

I carabinieri sono anche alla ricerca dei due ragazzini che erano in compagnia del 117. La loro testimonianza è fondamentale per ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente.