Allestiscono un’intesa attività di spaccio: sorpresi ed arrestati dai carabinieri

Allestiscono un’intesa attività di spaccio: sorpresi ed arrestati dai carabinieri

L’operazione è stata condotta dal nucleo operativo radiomobile della compagnia di Giugliano


carabinieri

MELITO – I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Giugliano, corso specifico servizio finalizzato al contrasto alla detenzione e alla vendita di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato Raffaele Capano, Giuseppe Buonocore e Francesco Vinciguerra. I tre uomini sono stati sorpresi dagli operanti, impegnati in prolungato servizio di osservazione, in via Lussemburgo all’interno del complesso edilizio popolare “Rione 219”, luogo in cui avevano dato vita ad intensa attività di spaccio.

Ognuno ricopriva un ruolo specifico dal venditore, vedetta, custode dello stupefacente sino ad arrivare al custode del denaro. Al culmine delle operazioni e delle perquisizioni personali, sono state  rinvenute e sottoposte a sequestro  75 dosi preconfezionate di sostanze stupefacenti pronte per lo spaccio, suddivise rispettivamente in:

  •  42 contenenti crack, del peso complessivo di gr. 46;
  • 15 stecchette  di hashish, del peso totale di gr. 38 ;
  •  7 contenenti marijuana, del peso complessivo di gr. 8,5;
  • 11 contenenti cocaina, del peso totale di gr. 3,5 ,

Rinvenuta anche una somma di denaro pari a 380,00 euro, costituita da banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’illecita attività. L’intero carico di stupefacente, pari a 96 grammi e il denaro, sono stati sottoposti a sequestro. I soggetti coinvolti nell’attività illecita sono stati arrestati e trasportati presso la casa circondariale di Poggioreale in attesa dell’udienza di convalida.