Figlio di un pentito picchiato dai “ragazzi del clan”

Figlio di un pentito picchiato dai “ragazzi del clan”

Il pestaggio potrebbe rientrare in un clima di tensione crescente tra i clan della zona


figlio

NAPOLI – Nei giorni scorsi a San Giovanni a Teduccio, zona est di Napoli, il figlio di un collaboratore di giustizia è stato pestato all’interno di un locale pubblico. Come riporta Il Roma, sul caso sta indagando la polizia perchè in quella zona della città la tensione tra i clan locali preoccupa – e non poco – le forze dell’ordine. Negli ultimi tempi la cosca Rinaldi-Reale e il clan Mazzarella si stanno sfidando a colpi di “stese” e questo pestaggio potrebbe essere ricondotto nel clima di astio che pervade i rapporti tra le due famiglie.

È possibile dunque che qualcuno abbia riconosciuto il ragazzo e abbia voluto lanciare un messaggio al familiare “pentito” e a tutti gli altri membri del clan che in futuro potrebbero scegliere la stessa strada. L’altra ipotesi è che il pestaggio sia da ricondurre ad un litigio scaturito in seguito a qualche attrito locale. Il lavoro delle forze dell’ordine è reso ancora più difficile dal muro di omertà che avvolge l’ambiente malavitoso.

TUTTE LE NOTIZIE SU ILMERIDIANONEWS.IT