Decapitato il clan di Paparella, tra i 12 arresti anche Nello Di Biase e Gennaro Catuogno

Decapitato il clan di Paparella, tra i 12 arresti anche Nello Di Biase e Gennaro Catuogno

Non solo Mallardo nella rete della giustizia, con il figlio del capoclan Michele in manette ‘o scoiattolo e scè scè


GIUGLIANO – Non solo arresti tra i Mallardo, nella duplice operazione svolta all’alba di ieri dalla Polizia che ha anche causato un vero e proprio terremoto in Municipio con l’iscrizione tra gli indagati del consigliere comunale Paolo Liccardo. Mentre “Ciccio ‘e Carlantonio”, al secolo Francesco Mallardo, veniva raggiunto da una nuova ordinanza di custodia, infatti, i poliziotti hanno eseguito altre 12 ordinanze nei confronti dei “Paparella”, il clan delle “palazzine” che sono in guerra con i Mallardo dopo aver approfittato della loro assenza sul territorio per mettere in piedi piazze di spaccio nonostante l’espresso ordine di non far arrivare droga a Giugliano. Questa la causa scatenante che da dato inizio alla sanguinosa guerra tra le due fazioni camorristiche che si contendono il territorio.

TUTTI GLI ARRESTATI DEL CLAN PAPARELLA

Arrestati i 2 capi clan Aniello Di Biase e Gennaro Catuogno detto ‘o scoiattolo. Insieme ai due boss, sono finiti in manette anche i loro affiliati: Nicola Ciccarelli, Crescenzo Panico,  Francesco Di Nardo, Salvatore Pugliese, Giuseppe D’alterio, Domenico Smarrazzo e Silvano Ciccarelli tutti accusati di associazione di stampo mafioso. Quest’ultimo cadde, insieme a Di Biase, sotto i colpi dei killer rivali a seguito di un agguato al quale – come lo stesso capoclan – riuscì miracolosamente a sopravvivere.

Accusati invece di estorsione a diversi creditori e finiti in manette Antonio Guarino, Raffaele De Simone, Michele De Simone. Obbligo di firma invece per  A. D. S. e C. D. S.