Stasera ricomincia Gomorra

Stasera ricomincia Gomorra

Alle 21:15 su Sky Atlantic HD riprende la serie tv italiana più premiata di sempre. C’è grande attesa per conoscere i nuovi personaggi e capire come interagiranno con Genny, Ciro e tutti gli altri. Si lasciano le vele di Scampia per entrare nei quartieri di Napoli


L’ultima traccia di Gomorra che abbiamo impressa nella memoria è il montaggio alternato che ha chiuso la seconda stagione: per un Pietro Savastano che moriva assassinato ce n’era un altro che nasceva. Tuttavia dubitiamo che il figlio di Genny (Salvatore Esposito) e Azzurra (Ivana Lotito) possa avere un ruolo da protagonista nella terza stagione: va bene l’impazzare delle baby gang, ma si tratterebbe davvero di un prodigio di precocità. Poi, per carità, siamo pronti a tutto. Piuttosto sarà interessante avere la conferma che l’omicidio di Don Pietro è stato commissionato proprio da Genny. Lettura certo molto diffusa, ma che non incontra l’unanimità dei fan gomorriani per via della “particolarità” dell’esecutore materiale: Ciro Di Marzio (Marco D’Amore).

Scianèl (Cristina Donadio) e Patrizia (Cristiana Dell’Anna). Potrebbero dar vita a una suggestiva alleanza criminale tutta al femminile

Ma questa questione preliminare non esaurisce gli elementi di interesse che promettono di arricchire le nuove puntate dal punto di vista tanto strutturale quanto logistico. La direzione dei dodici episodi è stata ripartita equamente tra Francesca Comencini e Claudio Cupellini, con la contestuale “uscita” – non si sa se momentanea o definitiva – di Claudio Giovannesi (2 episodi diretti nella seconda stagione) e soprattutto Stefano Sollima (9 episodi tra prima e seconda). Tale duplice investitura non sarà priva di effetti sul piano dello sviluppo narrativo. E’ lecito infatti aspettarsi dalla Comencini un indugiare profondo sulla crescita dei personaggi femminili, Scianèl (Cristina Donadio) e Patrizia (Cristiana Dell’Anna), alle prese con la gestione di laceranti ferite affettive: rispettivamente la perdita di Lelluccio e Don Pietro. Il trailer mostra una scena in cui si vede Patrizia che va a prendere Scianèl all’uscita dal carcere: chissà che non possa essere il primo passo verso un suggestivo sodalizio criminale tutto al femminile. Allo stesso modo dovrebbe toccare a Cupellini occuparsi prevalentemente degli “uomini di casa”, vale a dire Genny, Ciro e Malamore (Fabio De Caro).

Enzo “Sangue Blu” (Arturo Muselli) e Valerio “Vocabolà” (Loris De Luna). Quartieri e Napoli alta uniti dal male

C’è molta attesa anche per i nuovi protagonisti maschili. Enzo Sangue Blu (Arturo Muselli), nipote dell’ideatore del sistema, e Valerio Vocabolà (Loris De Luna) sintonizzeranno la Napoli dei quartieri e la Napoli bene sulle stesse frequenze della criminalità. Napoli infatti è l’altra grande novità della terza stagione. La lente d’ingrandimento si allontana dalle vele di Scampia per trasferirsi a Forcella, nel covo delle baby gang. Il cui malaffare sedurrà appunto l’altolocato Valerio, che si candida ad essere uno dei personaggi più affascinanti della serie. Senza dimenticare le inquietudini di Ciro, che volerà in Bulgaria per ricostituirsi nel corpo e nella mente; lo smarrimento di Malamore, rimasto per la prima volta senza padrone; l’ambizione di Genny, rafforzata dalla nascita Pietro junior; e la voglia di riscatto di Giuseppe Avitabile (Gianfranco Gallo): siamo pronti a scommettere sul protagonismo rinnovato del suocero di Genny.

Insomma, la carne al fuoco è davvero tanta. Al punto che Marco D’Amore in una recente intervista si è sbilanciato affermando che la terza stagione sarà la più bella. E se Ciro Di Marzio per una volta dicesse la verità?