Alessandro muore a 13 anni in ospedale: cinque sono gli indagati

Alessandro muore a 13 anni in ospedale: cinque sono gli indagati

Avvisi di garanzia per i pediatri e i medici che hanno preso in curo il 13 enne


SALERNO – Nuovi risvolti sulla vicenda di Alessandro, 13enne di Pellezzano, che ha perso la vita nel reparto di rianimazione dell’ospedale Ruggi. Finiti sotto indagine sono proprio i cinque medici che hanno avuto in cura il minorenne in questi giorni di Natale. Gli indagati, tra pediatri e dottori del reparto di rianimazione, hanno ricevuto l’avviso di garanzia a seguito del quale dovranno procedere con la nomina dei consulenti di parte per assistere all’autopsia che verrà disposta, in mattinata, dal sostituto procuratore Claudia D’Alitto. Per far chiarezza sull’accaduto sono state avviate ben due indagini, una prima interna all’ospedale Ruggi e una successivamente avviata dalla magistrature, entrambe per accertare l’eventuali responsabilità di chi si è occupato delle condizioni del ragazzino.

Intanto in Procura, nella mattina di ieri, il magistrato titolare dell’inchiesta ha ricevuto e ascoltai genitori di Alessandro, che hanno ricostruito tutta la vicenda partendo dal giorno del primo controllo al pronto soccorso.
La mamma di Alessandro ha raccontato che ha accompagnato, per la prima volta, nella sera del 23 Dicembre il figlio nelle struttura ospedaliera. Dimesso dal Ruggi, Alessandro ha continuato a non sentirsi bene: dopo un nuovo ricovero dovuto ad un alto tasso glicemico del sangue, è stato tenuto sotto osservazione ma nel giro di qualche ora le sue condizioni si sono aggravate ed è morto, a seguito di un infarto.

LEGGI ANCHE