L’area nord capitale del contrabbando di sigarette: danno da 7,3 mln di euro

L’area nord capitale del contrabbando di sigarette: danno da 7,3 mln di euro

I dati della Guardia di Finanza di Giugliano testimoniano la rinascita di un mercato che sembrava sparito


area nord

AREA NORD – L’area nord capitale del contrabbando di sigarette, Nel quadro delle attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio, con particolare attenzione alla recrudescenza del contrabbando di tabacchi lavorati esteri, il comando provinciale della guardia di finanza di napoli ha disposto una capillare intensificazione dei servizi di contrasto attuati sull’intero territorio provinciale. Nel corso del 2017, i finanzieri del gruppo di Giugliano in Campania, attraverso il monitoraggio delle aree ricadenti nella propria circoscrizione di competenza, hanno sottratto alle organizzazioni contrabbandiere più di 10 tonnellate di note marche di sigarette “cheap white” e 5.668 kg di T.L.E. contraffatti.

In particolare, le fiamme gialle di Giugliano, seguendo i movimenti di soggetti già noti, hanno ricostruito i flussi di approvvigionamento, stoccaggio, distribuzione e vendita al dettaglio dei tabacchi risultati provenire dall’est europa. L’azione investigativa ha permesso, inoltre, di scoprire e sottoporre a sequestro 1 deposito, 3 autoarticolati usati per il trasporto delle sigarette e 2 furgoni utilizzati per lo smistamento. Sono stati assicurati alla giustizia 6 responsabili e altre 214 persone denunciate all’autorità giudiziaria competente.
Il mercato clandestino di sigarette della sola area nord della provincia napoletana ha prodotto un’evasione di tributi per oltre 7,3 milioni di euro. L’attività eseguita testimonia il costante presidio esercitato dal corpo sul territorio e l’efficacia dell’azione posta in essere a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.