Tra Natale e Capodanno, 3 giorni di dieta per compensare le abbuffate. È possibile

Tra Natale e Capodanno, 3 giorni di dieta per compensare le abbuffate. È possibile

Ecco allora un menù di tre giorni per bilanciare i grassi introdotti e tornare a sentirci subito meglio, soprattutto con noi stessi.


DIETA – Passato Natale e, nonostante si avvicini il Cenone di Capodanno, vogliamo assolutamente sentirci più leggeri, smaltire i chili di troppo appena accumulati e sorriderci di nuovo davanti allo specchio.

Naturalmente – come non ci stancheremo mai di dire – per iniziare una dieta dimagrante bisogna aspettare il momento giusto, perché ogni restrizione alimentare comporta un impegno psicologico e fisico. E in questi giorni, molto probabilmente, non possiamo neppure contare sul supporto di chi ci sta vicino.

Guardiamo realisticamente il calendario di questi giorni: possiamo mangiare in modo dietetico il 27, il 28 e il 29 di dicembre….ma poi si inizierà la dieta dopo l’Epifania!

Ecco allora un menù di tre giorni che si può seguire per depurarsi, mangiando regolarmente ma con pochissime calorie, per bilanciare i grassi introdotti e tornare a sentirci subito meglio, soprattutto con noi stessi.

Primo giorno:

– A colazione: 100 grammi di yogurt magro o di kefir, un cucchiaio abbondante di cereali integrali, un kiwi. The o caffè senza zucchero.

– A metà mattina: una spremuta fresca di pompelmo.

– A pranzo: 120 grammi di petto di pollo ai ferri, 200 grammi di carote al vapore con un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva, una fetta di pane integrale e una mela.

– A merenda: un centrifugato di carote o 3 biscotti secchi, una tazza di the verde senza zucchero.

– A cena: un passato di verdure e legumi con un cucchiaino di parmigiano grattugiato, 80 grammi di ricotta magra, una fetta di pane integrale.

– Prima di dormire: una tisana. Ottime quelle di tarassaco, di semi finocchio, di pilosella – dai forti poteri diuretici – o di malva.

Secondo giorno:

– A colazione: 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di miele, un bicchiere di latte scremato, un kiwi. The o caffè senza zucchero.

– A metà mattina: uno yogurt magro ai cereali.

– A pranzo: 70 grammi di riso con verdura cotta al vapore, 200 grammi di insalata verde con un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva.

– A merenda: un centrifugato di carote o 3 biscotti secchi, una tazza di the verde senza zucchero.

– A cena: 120 grammi di merluzzo (o altro pesce magro) ai ferri o al vapore, 200 grammi di finocchi cotti o – a scelta – spinaci e bietola al vapore, una fetta di pane integrale, una pera.

– Prima di dormire: una tisana.

Terzo giorno:

– A colazione: una tazza di latte scremato con 30 grammi di corn flakes, un kiwi o 2 mandarini. The o caffè senza zucchero.

– A metà mattina: uno yogurt magro al naturale.

– A pranzo: un’insalata con 100 grammi di tonno in scatola al naturale, 150 grammi di pomodori freschi e 100 grammi di radicchio, una fetta di pane integrale.

– A metà pomeriggio: 2 fette di ananas fresco.

– A cena: una tazza di brodo sgrassato con un cucchiaino di parmigiano grattugiato ed erba cipollina, 100 grammi di patate e 100 grammi di zucchine al vapore con un cucchiaino d’olio extravergine di oliva. Le patate possono essere anche cotte al cartoccio, ma senza l’aggiunta di grassi cotti. Una pera.

– Prima di dormire: una tisana o un infuso di camomilla.

Quello che – dieta a parte – è necessario ricordare è di dare uno stop alla pigrizia. E’ probabile che i pranzi e le cene di Natale ci abbiamo appesantito, ma sia che ci si trovi in città o in montagna, un’occasione per uscire e camminare 30 minuti a passo spedito non è difficile da trovare. Anche senza essere troppo sportivi, possiamo consumare tante calorie introdotte in eccesso nei giorni passati respirando all’aria aperta.

Un’altro consiglio da noi spesso ripetuto è quello di limitare l’alcool. Spumante, vino, superalcolici e amari “per digerire” sono ricchissimi di calorie “vuote”, cioè prive di sostanze nutritive utili al nostro organismo. Una cioccolata calda con gli amici – rigorosamente senza panna – non è meno calorica di tutti i drink alcolici che facilmente ci concediamo!