Famiglia distrutta dall’incendio: incidente o atto volontario?

Famiglia distrutta dall’incendio: incidente o atto volontario?

Il paese di Mercato San Severino si interroga sui motivi della tragedia


famiglia

MERCATO SAN SEVERINO – Il giorno dopo l’incendio che ha distrutta la famiglia Papa, il paese di Mercato San Severino si interroga sui motivi di questa assurda tragedia e piange la morte di persone conosciute e stimate in tutta la cittadine del salernitanto. Tra le fiamme dell’appartamento di via Tommaso Sanseverino sono rimaste uccise i fratelli Donato e Francesco Papa (61 e 58 anni) insieme alla madre Iole De Marco (82 anni). L’incendio è divampato intorno alle 23.00 della sera precedente, sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che non hanno potuto far altro che constatare il decesso delle tre vittime e domare le fiamme. Il dubbio più grande però riguarda le cause di quanto accaduto. Inizialmente si è parlato di incidente, un cortocircuito o una sigaretta lasciata accesa nel posto sbagliato. Con il passare delle ore però si è fatta largo la pista dell’atto volontario e alcuni indizi sembrerebbero portare verso uno dei due figli che era affetto da crisi depressivi. Un omicidio-suicidio che ha coinvolto gli altri due parenti. Per il momento queste sono solo supposizioni, l’autopsia potrà fornire risposte utili a chiarire l’esatta dinamica della vicenda.

TUTTE LE NOTIZIE SU ILMERIDIANONEWS.IT