Filo di posta ad un 81enne ma i soldi erano nascosti nelle parti intime

Filo di posta ad un 81enne ma i soldi erano nascosti nelle parti intime

I ladri hanno inseguito e tamponato l’auto dell’uomo, per prendere quel fazzoletto avvolto a malloppo che li ha ingannati


filo di posta

BOSCOREALE – I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno arrestato per rapina aggravata in concorso 2 soggetti del “piano Napoli” già noti alle forze dell’ordine: Bruno Borrelli, 20enne, sorvegliato speciale con obbligo di dimora a Boscoreale e Giuseppe Nado, 29enne.

Filo di posta ad un 81enne

Con la tecnica del “filo di posta”, a bordo di una Suzuki Swift con targa ucraina, hanno seguito un 81enne di Poggiomarino dall’ufficio postale fino alla sua abitazione e mentre rincasava lo hanno tamponato per poi minacciarlo e bloccarlo alla guida.

Nelle fasi concitate della rapina, mentre l’81enne si divincolava e gridava per chiedere aiuto, i malfattori gli hanno razziato velocemente un fazzoletto avvolto a malloppo, convinti che contenesse i 500 euro che gli avevano visto appena prelevare. Ma i soldi non stavano li perché l’anziano li aveva riposti negli indumenti intimi.

I militari dell’arma sono intervenuti subito dopo su attivazione della centrale operativa e attraverso la estrapolazione di immagini da sistemi di video sorveglianza privati e dell’ufficio postale nonché da dichiarazioni di testimoni hanno individuato i 2 sospetti, poi riconosciuti anche dalla vittima quali autori del reato.

Il giudice ha convalidato l’arresto di Borrelli e Nado e disposto per entrambi misura cautelare. Attenderanno il processo ai domiciliari.