Giugliano, maxi esposizione e vendita di prodotti agroalimentari alla NATO

Giugliano, maxi esposizione e vendita di prodotti agroalimentari alla NATO

Nei prossimi giorni saranno consegnati inoltre mele annurche, ortofrutta, vini, sidro della mela annurca, gelato artigianale, capicollo e salumi forniti dalle aziende agricole del territorio


GIUGLIANO – Un palcoscenico Internazionale per i prodotti agroalimentari Territoriali. I prodotti del territorio saranno esposti e venduti alla Nato, circa 3500 persone di varie nazionalità potranno acquistare e gustare i prodotti artigianali agroalimentari Giuglianesi.

I primi ringraziamenti vanno al Generale Portolano , al Colonnello Turco e ai loro uomini per aver creduto e supportato L’ idea della Confcooperativa Campania di Allestire all’ interno dei Supermercati della Base Nato una Vetrina dei Prodotti artigianali agroGiuglianesi.

Dall’ altra vanno ringraziate le attività giuglianesi e i soggetti No profit che hanno collaborato alla realizzazione di questo Protocollo d’ Intesa tra Nato e Confcooperativa campania , Aziende agricole e artigiani del territorio.
L’Assessore Mauriello al Welfare non nasconde la propria soddisfazione per il traguardo raggiunto, abbiamo innescato un nuovo processo per il nostro Territorio che va’ verso il Rilancio Produttivo e la Valorizzazione dei prodotti Agricoli della Terra dei fuochi e degli Artigiani, con un indotto di nuovi posti di lavoro. Stiamo lavorando anche sul fronte regionale con gli Assessorati e gli uffici preposti e con le forze politiche e i rappresentanti delle categorie per indurre una Valorizzazione più attenta del territorio della Terra dei fuochi. L’assessore aggiunge che stamattina sono stati consegnati i primi prodotti artigianali quali panettoni al gusto della mela annurca e alla cheese cake prodotti artigianalmente da Silvia Marano e dal suo team formato anche da ragazzi a contrasto alla povertà (tirocini sociali). Nei prossimi giorni saranno consegnati inoltre mele annurche, ortofrutta, vini, sidro della mela annurca, gelato artigianale, capicollo giuglianese e salumi forniti dalle aziende agricole del territorio tra cui il gruppo Fontanella e Tor dei e confezionati a cura della federcoop. Si ringraziano le aziende del territorio per la loro disponibilità, a giorni sarà istituito un tavolo permanente dove saranno invitate le associazioni di categoria degli agricoltori degli artigiani e del terzo settore interessati ad intraprendere questo progetto. Un primo passo concreto è stato fatto per istituire sul nostro Territorio un modello profit no profit di un economia sociale e autosostenibile.

Il Consigliere Giuseppe D’ Alterio del Partito dei Verdi aggiunge La valorizzazione dei nostri prodotti rappresenta non solo un opportunità di rilancio delle aziende agroalimentari nostrane impegnate nella diffusione delle nostre eccellenze, ma è anche un occasione di rivalutare immagine della città Giugliano che per anni è stata infangata con la denominazione terra dei fuochi, a causa da pseudo ambientalisti locali a città del buono, come non ricordare il capicollo tipico della città di Giugliano e la regina delle mele la melannurca.

La Consigliere Marianna Tartarone della lista civica Antonio Poziello: afferma che sia una grande possibilità per i giovani e persone in cerca di occupazione.

Il Consigliere Russo Antonietta della Lista Giugliano Libera invece afferma che è stata attivata la Rete per lo sviluppo Dell’ economia sociale che vede come attori le risorse del territorio.

 

COMUNICATO STAMPA