Giugliano, strisce blu gratis in balia dei parcheggiatori abusivi

Giugliano, strisce blu gratis in balia dei parcheggiatori abusivi

Al momento pare non esserci ancora nessuna notizia sul bando di concorso scaduto il 26 ottobre scorso


giugliano

GIUGLIANO –  La città di Giugliano è nella morsa dei parcheggiatori abusivi. Le forze dell’ordine sono in continua lotta per cercare  quanto meno di arginare la questione, ma pare senza risultato, in più queste persone approfittano della sosta gratuita per estorcere denaro ai conducenti che parcheggiano le vetture negli stalli di proprietà del comune.

 Sono trascorsi circa 4 mesi da quando è scaduto il contratto con la ditta che gestiva il servizio di sosta a pagamento a Giugliano e tutt’oggi si continua a parcheggiare gratis sulle tanto discusse “Strisce Blu”. Della situazione non si sono certo lamentati i cittadini che non sono più obbligati a pagare il ticket per la sosta, fino a quando non sarà affidato nuovamete il servizio di sosta tramite bando di gara, scaduto il 26 ottobre scorso (LEGGI QUI).

Ma quanto ha benificiato il centro cittadino, e non solo, di questo momentaneo disservizio?

La sosta, dal momento del non funzionamento dei parchimetri è diventata praticamente impossibile. Approfittando del parcheggio gratuito, i conduncenti lasciano le auto parcheggiate per ore intere, alimentando sempre più la sosta selvaggia e il classico parcheggio in “doppia fila”, specie nelle ore di punta della giornata.

Parcheggio Pro Loco Giugliano

Un altro fenomeno, più clamoroso, è quello del parcheggiatore abusivo. L’azione dell’abusivo, si sa, in alcune città campane sembra essere davvero difficile da contrastare. Ma proviamo a soffermarci su questo particolare paradossale: la presenza di parcheggiatori abusivi all’interno dell’area di sosta della Pro Loco di Giugliano. Un parcheggio che può ospitare più di 50 auto, arrivando a fruttare diverse centianaia di euro.

Nelle foto, inviateci da alcuni testimoni, oscurate per la privacy, è chiara l’azione dell’uomo che estorce denaro ai conducenti delle auto.