Il comune non paga più gli alberghi: vittime del crollo di Sant’Antimo per strada nelle feste

Il comune non paga più gli alberghi: vittime del crollo di Sant’Antimo per strada nelle feste

Sui social gli attacchi al primo cittadino Russo: “Li hai solo illusi” e lui: “Sono il sindaco non un parafulmine”


SANT’ANTIMO – Il comune di Sant’Antimo pagherà gli alberghi agli sfollati di via Giannangeli fino ad oggi, martedì 26 dicembre, dopo di che se gli interessati dal crollo di fine novembre vorranno continuare a restare nelle attuali sistemazioni, dovranno contribuire a loro spese.

Nessuna proroga, quindi, neanche per l’occasione delle feste di Natale. Le vittime del crollo si sì troveranno per strada dal 27 dicembre, questo nonostante il sindaco Aurelio Russo – il 6 dicembre scorso – tramite facebook avesse comunicato che, visto l’allungamento dei tempi, si stava attivando con l’assessore competente per trovare una sistemazione diversa da quella alberghiera.

Questa la comunicazione dell’Ente inviata agli hotel «Facendo seguito alla precedente comunicazione inviata via e-mail d’ufficio, con la presente si ribadisce che la sistemazione in albergo delle persone sgomberate in via Giannangeli, a spese del Comune di Sant’Antimo, è sospesa e l’ultima data di accoglienza provvisoria è stabilita definitivamente fino al giorno 26 c.m. quindi uscita 27 c.m. mattina. Eventuale prosieguo di pernottamento in albergo dovrà essere considerato a spese dell’interessato».

Nonostante l’area sia stata dissequestrata dalla procura di Napoli Nord nei primi giorni di dicembre per permettere i rilievi di stabilità da parte dei tecnici, la situazione di emergenza resta in tutta la zona. Ora c’è la forte eventualità di nuove manifestazioni dei residenti.

Oggi invece proteste soprattutto sui social contro il provvedimento del primo cittadino. Rosa posta uno screenshot (foto a sinistra) di un post del sindaco che poco tempo fa scriveva “ospiteremo tutti gli sfollati fino al rientro a casa”

“Hai illuso gli sfollati. Li ha privati di un pasto caldo nonostante le feste natalizie.”, scrive invece Luciano sulla bacheca di Aurelio Russo che risponde: “Io sono il sindaco non un parafulmine”