Imprenditore napoletano ucciso con un colpo di pistola alla testa

Imprenditore napoletano ucciso con un colpo di pistola alla testa

L’uomo era originario dell’area nord. Due giovani gli avevano dato appuntamento


imprenditore napoletano ucciso panamaimprenditore napoletano ucciso panama

LOS ANDES – Giallo in sudamerica dove è stato ucciso un imprenditore napoletano. Un colpo alla testa esploso a distanza ravvicinata da due ragazzini che gli avevano dato appuntamento a Los Andes, luogo periferico e malfamato del Panama, per acquistare un tablet. È morto così, come riporta ilmattino.it, Marcantonio Salzano, 41anni, originario di Casalnuovo, da tre anni in Sudamerica dove aveva una azienda di import export di apparecchiature elettroniche. Attirato in un tranello. Arrivato sul posto, come ricostruito dalla polizia locale, uno dei due 17enni, pistola alla mano gli ha portato via il tablet senza dargli il denaro. Il 41enne ha provato a difendersi riuscendo a disarmare il rapinatore. Ma l’altro ha recuperato la pistola esplodendo il colpo mortale.

Uno dei due minori è stato poco dopo intercettato ed arrestato,  mentre gli agenti sono sulle tracce del complice. La notizia della tragedia, avvenuta venerdì alle 12.30 circa, ora locale, è  piombata a Casalnuovo in piena notte, con una chiamata ai familiari ora distrutti ed in attesa che rientri la salma in Italia, per potergli porgere l’ultimo addio.