Marano, scandalo in comune: stipendi gonfiati per un vigile urbano

Marano, scandalo in comune: stipendi gonfiati per un vigile urbano

L’appropriazione indebita è stata scoperta quando ha fatto richiesta per il pensionamento


marano

MARANO – Non c’è pace per il comune di Marano. Il Mattino, riporta di un nuovo scandalo che questa volta vede coinvolto un vigile urbano che avrebbe percepito parte dello stipendio in maniera indebita per circa 28mila euro. L’uomo è stato assunto nella polizia municipale negli anni ’90, dopo qualche anno viene però viene riformato da una commissione medica e assegnato ad un nuovo incarico all’interno dell’Ente. Grazie a questi incarichi accumula scatti di carriera che si traduco in aumenti sul compenso dello stipendio. Nel 2008 però una nuova commissione medica lo ritiene idoneo al servizio e lo reintegra nel corpo dei vigili urbani. L’uomo però non rientrerà mai tra i ‘caschi bianchi’ continuando a lavorare nel reparto amministrativo, incassando sia lo stipendio derivante dal lavoro d’ufficio sia le indennità che si riferiscono agli appartenenti alla Municipale. La questione è passata sotto traccia fino a quando l’uomo non ha avviato le pratiche per il pensionamento. Quando il dirigente del settore economico ha ricostruito la sua carriera ha scoperto che delle incongruenze relative alla sua remunerazione. A quel punto è scatta la denuncia ai carabinieri ed è stata avviata la pratica per il recupero della somma sottratta in maniera indebita.

TUTTO SU MARANO