Volto tumefatto e 47 coltellate: così è morta Nunzia Maiorano

Volto tumefatto e 47 coltellate: così è morta Nunzia Maiorano

Il marito intanto si trova in carcere in attesa che venga visitato dai medici


nunzia

CAVA DE’ TIRRENI – Un pugno al volto, setto nasale rotto, zigomo devastato e per finire 47 coltellate. E’ quanto emerso dall’autopsia sul cadavere di Nunzia Maiorano la 41enne di Cava dè Tirreni assassinata lunedì mattina in casa dal marito Salvatore Siani al culmine di un violento litigio.

L’autopsia è stata eseguita dal medico legale Antonio Mirabella alla presenza del consulente tecnico della famiglia, il professor Antonello Crisci.  Sembra anche che il delitto sia stato commesso con più armi da taglio. Sono quattro quelle sequestrate dentro la casa dove vivevano i coniugi.

Ora si dovrà capire se le ferite riportate da lui sono le ferite che gli ha procurato la moglie nel tentativo di liberarsi oppure l’uomo ha tentato il suicidio dopo aver ucciso Nunzia. L’uomo si trova attualmente in carcere e nei prossimi giorni sarà visitato dai medici.
Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage