Abbattimenti a Giugliano, i residenti: “Abbandonati dallo Stato”

Abbattimenti a Giugliano, i residenti: “Abbandonati dallo Stato”

La nipote del proprietario: “Invece di abbattere, potevano darla a qualche famiglia in difficoltà”


abbattimenti

GIUGLIANO – Sono iniziate stamattina le operazioni di abbattimenti di una palazzina abusiva di via Grotta dell’Olmo a Varcaturo.

“Stanno abbattendo i sacrifici di una vita – spiega Rosa, nipote del proprietario dell’edificio abusivo – Non credo che questo sia il modo giusto di punire chi ha sbagliato. Ci sono altri modi. Invece di abbattere la casa, potevano confiscarla e darla alle persone che ne avevano bisogno o creare qualcosa di utile per la collettività. Invece di pensare ai rom e agli immigrati, dovrebbero aiutare gli italiani in difficoltà. Lo Stato ci ha abbandonato”.

Per Rosa, insomma, la decisione di abbattere la casa degli zii è ingiusta soprattutto perchè in parte era già condonata: solo la mansarda risultava essere abusiva.

Non sono mancate poi le proteste da parte di numerosi residenti della zona, che hanno subito non pochi disagi per l’intervento di abbattimento.

Da circa 4 ore la strada è infatti senza acqua e senza luce. Nell’abbattere la palazzina è stata infatti tranciata – probabilmente per errore – anche la centralina elettrice che forniva la luce all’intera zona.

ANTIABUSIVISMO: OPERAZIONI DI ABBATTIMENTO DI UNA PALAZZINA A GIUGLIANOLeggi >> https://www.ilmeridianonews.it/2018/01/antiabusivismo-abbattuta-una-palazzina-a-giugliano/

Pubblicato da Il Meridiano News su Martedì 23 gennaio 2018