Sanità, Beneduce (FI): “svolta solo con rete assistenziale di continuità territoriale”

Sanità, Beneduce (FI): “svolta solo con rete assistenziale di continuità territoriale”

“Significherebbe veramente dare risposte ai tanti bisogni di salute senza lasciare soli pazienti”, ha detto il consigliere regionale


question time

NAPOLI – “Sulla sanità si continua a brancolare nel buio e i cittadini si sentono sempre più soli in un sistema che non fa rete” – così Flora Beneduce, consigliere regionale e responsabile del Dipartimento sanità di Forza Italia. “La vera svolta si avrà solo se si crea una  rete assistenziale  di continuità territoriale in grado di assicurare le prestazioni sempre, senza la vergogna di uno stop nei giorni feriali e festivi”. “Il territorio deve essere organizzato per dare delle risposte immediate ai cittadini, perché non è possibile rimandare solo e soltanto gli interventi ai Pronto soccorso”.

“Altre regioni si sono già organizzate per garantire alternative ai Pronto soccorso – aggiunge la consigliera – senza inventarsi nulla si può sperimentare il modello Lazio per quanto riguarda il servizio di pediatria nel poliambulatorio, assicurato dai pediatri di libera scelta in servizio nei fine settimana nei presidi territoriali”. “Strutturare una rete assistenziale territoriale significa veramente dare risposte ai tanti bisogni di salute senza lasciare soli pazienti”. “Quello che succede negli ospedali della Campania è inverosimile ma, è esattamente lo specchio di una comunità lasciata allo sbando”. “Tutti i ragionamenti sulla riorganizzazione della rete ospedaliera sono senza fondamento se sul territorio non c’è nulla – conclude la Beneduce – una sanità che nei festivi e nei feriali ha come unico riferimento gli ospedali è una sanità da terzo mondo”.