Bimbo morto di meningite ad Afragola, la famiglia: “Aveva le vaccinazioni obbligatorie”

Bimbo morto di meningite ad Afragola, la famiglia: “Aveva le vaccinazioni obbligatorie”

Una tragedia che ha sconvolto un’intera comunità. Ora la famiglia chiede rispetto


meningite ad afragola

AFRAGOLA – Una tragedia che ha portato un immenso dolore alla famiglia di Pasquale Iazzetta, 5 anni, morto in 48 ore a causa di una meningite da meningococco.

Nella giornata di ieri da fonti dell’Asl era stato rivelato che il piccolo non era vaccinato contro la meningite. Per il dolore a cui è sottoposta non va assolutamente puntato il dito contro la famiglia per la mancata vaccinazione. Non ci troviamo, oltretutto, di fronte a genitori che volontariamente avevano deciso di non vaccinare il piccolo. Ma come chiarito dalla zia di pasquale con un post comparso sul gruppo Facebook Sei di Afragola se … (Official Page), si è trattato di una terribile fatalità:

Questo il post pubblicato sul social network:

“Scrivo a tutti a nome della nostra famiglia colpita dal grave lutto della perdita del piccolo Pasquale I.

Tutte le pagine che hanno creato notizia hanno creato solo tanto allarmismo. Non c’è un reale rischio di contagio, poichè la meningite si contagia solo attraverso un contatto diretto (saliva e starnuto).

Il bimbo aveva tutte le vaccinazioni obbligatorie, ma esistono altri 2 vaccini che sono facoltativi, uno per la meningite da meningococco e una per meningite da pneumococco. Il bimbo aveva già fatto quella per la pneumococco e 10 giorni fa doveva fare l’altra, che fu rimandata poichè il bimbo aveva un semplice raffreddore.

L’ASL NAPOLI NORD, competente per territorio, ha provveduto ad accertarsi attraverso le dottoresse incaricate che hanno seguito e seguono il caso che tutti i parenti e familiari seguissero la profilassi post- esposizione .

Al momento non è stato individuato il reale ceppo del virus.

Tutte queste notizia sono state fornite dall’Asl che ci sta seguendo e anche il diretto pediatra del bambino che non riescono a spiegarci ancora come sia stato possibile che in pochissime ore abbia stroncato la vita al piccolo.

Chiediamo rispetto per tutta la famiglia e soprattutto per il piccolo che Riposa In Pace”.