Branco ancora in azione, 16enne in ospedale col naso rotto

Branco ancora in azione, 16enne in ospedale col naso rotto

L’aggressione nei pressi della metro. La vittima ha denunciato alla Polizia


NAPOLI – Ancora una violenza di gruppo, il branco torna in azione e stavolta lo fa ai danni di un ragazzo di 16 anni accerchiato, insultato e picchiato nei pressi della stazione della metropolitana quando erano da poco passate le nove di ieri sera. Il minore è stato accompagnato dai genitori al pronto soccorso del vecchio Pellegrini, in via Pignasecca, con una frattura al naso. Secondo i suoi racconti alla Polizia ad aggredirlo sarebbe stato un gruppo di suoi coetanei che lo hanno preso di mira senza motivo.

La modalità è sempre la stessa: il branco individua la vittima, comincia ad offenderla e poi dalle parole passa ai fatti: stavolta un pugno dritto al volto, a rompergli il naso. Che si tratti di emulazione per le vicende degli ultimi giorni salite agli onori della cronaca, o di dilagante degrado tra le nuove generazioni, appare riduttivo circoscrivere la vicenda al fenomeno delle cosiddette “baby gang”, gruppi di ragazzini che in gran numero girano per le vie delle città con l’intenzione di fare danni o provocare risse. Tanti infatti gli episodi in questi giorni, ultimo dei quali l’aggressione a scopo di rapina a due ragazzini di Pomigliano, con finanche protagonisti di età inferiore ai 14 anni e dunque non punibili: appare necessario un giro di vite da parte di chi è deputato a mantenere l’ordine e la sicurezza.