Massacrato di botte alla metro da baby gang, 15enne in Rianimazione

Massacrato di botte alla metro da baby gang, 15enne in Rianimazione

In 15 lo hanno pestato a sangue, gli amici: “Nessuno ci ha aiutato”


massacrato di botte

NAPOLI – Massacrato di botte all’uscita della metro di Chiaiano da una baby gang. E’ accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 18 e 30. Vittima dell’aggressione Gaetano, un ragazzino di 15 anni residente a Melito, che ora è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Giuliano di Giugliano.

Erano da poco passate le 18 e 30 quando Gaetano, insieme ad altri due amici, arriva alla metro di Chiaiano per prendere il pullman verso Qualiano, dove dovevano incontrare alcuni compagni di scuola.

All’improvviso si fa largo tra la folla una baby gang, formata da 15 ragazzi tutti minorenni, che iniziano a minacciare e strattonare Gaetano. I suoi amici riescono a fuggire e a trovare riparo in un bar. Il 15enne, invece, finisce a terra e viene brutalmente picchiato, preso a calci e pugni, senza alcun motivo. Gaetano trova la forza di rialzarsi e di fuggire dalla furia violenta della baby gang.

Gaetano, aiutato dagli amici, ritorna a casa ma accusa forti dolore all’addome, così viene trasportato d’urgenza al nosocomio giuglianese. Qui viene sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, durante il quale gli viene asportata la milza. Ora il 15enne è nel reparto di rianimazione.

Gli amici che erano con lui quella sera raccontano che nessuno si è preoccupato di aiutarli, qualcuno ha solo detto loro di chiamare la polizia.