“Spacco la faccia a qualcuno”, Gaetano vittima della follia del branco

“Spacco la faccia a qualcuno”, Gaetano vittima della follia del branco

Sarebbe iniziata così la violentissima aggressione ai danni di Gaetano


Gaetano

NAPOLI – «Devo spaccare la faccia di qualcuno, ora vi faccio vedere come picchio qualcuno, andiamo alla metropolitana». Sarebbe iniziata così la violentissima aggressione ai danni di Gaetano, il 15enne di Melito pestato fuori la metro di Chiaiano.  Il particolare agghiacciante che emerge dalle indagini condotte per incastrare il branco.

Secondo quanto emerge dal lavoro dei poliziotti, venerdì, a decidere per il pestaggio, è stato un ragazzino di 15 anni. Il bulletto, avrebbe chiamato a raccolta i suoi amici per farli scendere in strada e dimostrare loro come si picchia un coetaneo. Li chiama uno per uno al citofono. A rivelarlo agli investigatori, uno dei ragazzini presenti sul posto venerdì pomeriggio.

In tutto ci sono dieci minori identificati, quattro di questi sono stati denunciati e interrogati fino a tarda notte – tra sabato e domenica -, assistiti da un avvocato e, come previsto dalla legge, anche dai rispettivi genitori.
Ma la cosa ancora più terribile e più agghiacciante, è il comportamento dei genitori dei 4 interrogati. Infatti gli adulti, invece di rimproverare i figli e convincerli a dire la verità su quanto accaduto, avrebbero intimato ai rispettivi figli di stare zitti e non dire nulla agli investigatori.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage