Tradisce la moglie e poi la violenta: ” Se mi denunci ti uccido insieme ai figli”

Tradisce la moglie e poi la violenta: ” Se mi denunci ti uccido insieme ai figli”

L’uomo, 61 anni, è stato condannato a 5 anni e 4 mesi


tradisceWoman is Covering Her Face In Fear Of Domestic Violence as her partner threatens her with his fist

ANGRI – Tradisce la moglie e poi la violenta. Aggressioni fisiche e raggiri verso la madre dei suoi figlie e  con le accuse di maltrattamenti, violenza privata e anche violenza sessuale verso la propria compagna, il giudice ha condannato a 5 anni e 4 mesi di carcere in primo grado un 61enne di Angri.

Secondo quanto ricostruito, gli episodi di violenza risalgono al 2012. La donna decise di interrompere la sua storia dopo aver visto il marito consumare rapporti con una straniera dipendente della sua azienda. Una volta lasciato, decise di non prendersi più cura del marito e non svolgere più le solite mansioni domestiche. Dopo l’ennesima aggressione fisica la donne decise di denunciare. A sua volta il marito minacciò la compagna di uccidere lei ed propri figli se non avesse ritirato la querela. Terrorizzata dall’uomo, la donna firmò la remissione di denuncia.

In queste ore arriva la condanna dei  giudici del collegio a più di 5 anni anche per violenza sessuale, in virtù di rapporti che la donna avrebbe dovuto subire dietro costrizione: “Se mi rifiuti, ti picchio”.