Usura agli allevamenti di bufala: arrestati padre e due figli

Usura agli allevamenti di bufala: arrestati padre e due figli

Dalle indagini della Polizia è emerso il coinvolgimento di una quarta persona


CASERTANO – Usura ad allevamenti di bufala nel casertano da parte di un padre e due figli della provincia di Napoli. I tre, come riporta ilmattino.it, sono finiti agli arresti domiciliari con l’accusa di usura e numerosi imprenditori del settore bufalino finiti nella morsa dei debiti. Questo il bilancio dell’ultima indagine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, che ha portato all’arresto, su ordine del Gip, per associazione a delinquere finalizzata all’usura, di un 75enne e dei figli di 35 e 32 anni. I tre risiedono a Sant’Anastasia, nel Napoletano. E’ indagata anche una quarta persona. I carabinieri della Compagnia di Casal di Principe che hanno realizzato le indagini, hanno sequestrato nell’abitazione degli indagati un foglio manoscritto con le generalità delle presunte vittime, i cellulari e uno schema in bianco relativo alle entrate e uscite.

Secondo gli investigatori l’attività usuraia sarebbe andata avanti ininterrottamente dal 2006 al 2016; ben sedici gli episodi di usura contestati. Vittime soprattutto imprenditori del settore bufalino che hanno i propri allevamenti nel Casertano, a Cancello e Arnone. Le indagini sono partite nel 2015 dopo un esposto anonimo arrivato alla stazione dell’Arma a Cancello e Arnone, nel quale venivano indicati nomi di imprenditori sottoposti ad usura.