Abbandona rifiuti, ma la madre lo giustifica: “Mio figlio è nu’ bravo guaglione”

Abbandona rifiuti, ma la madre lo giustifica: “Mio figlio è nu’ bravo guaglione”

Gli agenti della Municipale hanno indotto il ragazzo al recupero dei rifiuti dalla strada con smaltimento a sue spese


rifiuti

SANT’ANTIMO – Ad opporsi agli agenti della polizia municipale di Sant’Antimo, sono anche i genitori dei ragazzi trasgressori, un po’ come accade per le condotte illecite più gravi, dove vengono utilizzati i più giovani per commettere reati.

Stavolta si tratta di abbandono rifiuti. Insomma, una sorta di “tanto non gli fanno niente perché sono ragazzi”. Così si produce un doppio danno, all’ambiente e alla persona. Al primo perché si inquina, al secondo perché i ragazzi non ricevono di certo una buona educazione. È così che al Comando si sono presentate tre persone, tra cui  un ragazzo, beccato ad abbandonare rifiuti in una strada del paese.

La madre del ragazzo ha riferito, di fronte all’evidenza dei fatti, che era impossibile che il figlio abbia potuto porre in essere un tale gesto perché “è nu buon guaglion”. Sanzione dura e recupero dei rifiuti da pubblica via con smaltimento a sue spese. Il livello di inciviltà continua ad essere molto alto e la lotta sempre più dura.