Giugliano, Carmelo Maglione resta in carcere. E’ accusato anche di estorsione

Giugliano, Carmelo Maglione resta in carcere. E’ accusato anche di estorsione

Convalidato l’arresto del 21enne per il tentato omicidio. L’ipotesi: vendetta dopo una lite violenta


giugliano

VILLARICCA – Convalidato l’arresto di Carmelo Maglione. Al 21enne, oltre al reato di tentato omicidio nei confronti di Gaetano Soriano, gli è stato contestato anche il reato di estorsione. Al momento, Carmelo Maglione, incensurato, finisce in carcere in attesa che si pronuncino i giudici del tribunale del Riesame. Continuano senza sosta le indagini dei carabinieri della compagnia di Giugliano, diretti dal capitano Antonio De Lise, per fare chiarezza sulla vicenda. Secondo voci non giudiziarie la decisione di sparare al 40enne Gaetano Soriano, pregiudicato di Acerra, sarebbe maturata a seguito di una lite tra i due. Carmelo Maglione sarebbe stato picchiato brutalmente da Soriano dopo una pesante discussione. Voci che però, al momento, non trovano alcuna conferma. Cosa certa è che Maglione avrebbe agito con l’intento di uccidere Soriano. I fatti sono accaduti nel pomeriggio di sabato tra Giugliano e Varcaturo. Alla base dell’episodio di cronaca ci sarebbe un debito non saldato di 60mila euro. A denunciare Maglione è stato lo stesso Soriano. Subito dopo la sparatoria il 40enne si è recato dai carabinieri della stazione di Varcaturo, fornendo tutti gli elementi per il rintraccio del suo rivale. Maglione è stato arrestato sabato sera e trasferito nel carcere di Poggioreale.  

 

TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO