Clochard malato dormiva sotto ponte: il comune lo cura e gli trova i familiari

Clochard malato dormiva sotto ponte: il comune lo cura e gli trova i familiari

Il sindaco: Avevamo il dovere civico e morale di intervenire per aiutare un essere umano in grosse difficoltà


clochard

GRUMO NEVANO – Grande gesto di solidarietà da parte dell’amministrazione comunale di Grumo Nevano. In città si aggirava un senzatetto di origini polacche con precarie condizioni di salute. Molti cittadini si sono offerti di aiutare il clochard senza però avere successo. Infatti il senzatetto si è sempre rifiutato di avere aiuti. Intanto in questi mesi, con il freddo e le varie tempeste che si sono abbattute su tutto il territorio, l’uomo aveva come solo riparo un ponte dell’asse mediano. L’amministrazione comunale, vedendo le condizioni di salute del senzatetto, è stata costretta, viste anche le precarie condizioni di salute, a sottoporlo ad un T.S.O(trattamento sanitario obbligatorio), facendolo ricoverare presso l’ospedale “S.Giovanni di Dio di Frattamaggiore”.

Si è poi adoperata per dare un nome al senzatetto, ancora senza identificazione,utilizzando tutti i mezzi a sua disposizione, contattando il Consolato ed interessando del caso anche la nota trasmissione televisiva “CHI L’HA VISTO”. Ed è proprio tramite questa, che attraverso un appello fatto Lunedi 05 Febbraio dal comandante della Polizia Municipale Luigi CHIACCHIO , intervenendo telefonicamente in diretta durante la striscia quotidiana della trasmissione che si è creato un contatto con una Signora di Udine, la quale visionata la foto della persona, ha riferito di conoscere i familiari e che si sarebbe attivata subito per favorirne un incontro, tramite la Polizia Municipale.

Avevamo il dovere civico e morale di intervenire per aiutare un essere umano in grosse difficoltà ha dichiaro il Sindaco f.f. dott.Carmine D’aponte.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage