Dimesso dall’ospedale 2 volte nello stesso giorno: muore per strada

Dimesso dall’ospedale 2 volte nello stesso giorno: muore per strada

I carabinieri hanno sequestrato la salma e hanno acquisito la documentazione sanitaria


ospedale

EBOLI – Trasportato al pronto soccorso del nosocomio di Eboli per ben due volte nello stesso giorno, ma per due volte è stato dimesso. L’uomo, Renato Maffia, musicista 52enne di Campagna è morto durante il tragitto fino a casa.  Intanto i carabinieri di Eboli hanno avviato un’indagine sul decesso del musicista. I militari dell’arma hanno sequestrato la salma e hanno acquisito la documentazione sanitaria. Le indagini sono coordinate dal pm salernitano Roberto Penna.

La denuncia in caserma è stata presentata da Loredana Rufolo, moglie di Maffia che ora chiede giustizia. Le due dimissioni dall’ospedale hanno provocato un legittimo sospetto alla signora Rufolo: forse il marito doveva essere ricoverato o forse doveva essere sottoposto a qualche esame più accurato prima delle dimissioni.

L’uomo ha accusato un dolore al petto che non gli ha dato tregua. Martedì mattina, il 52enne si è recato in ospedale a Eboli. Dopo essere stato visitato per una prima volta, è stato dimesso ed è tornato a casa. Nel tardo pomeriggio, di nuovo il dolore, questa volta più forte e di nuovo la corsa in ospedale.

Un altro medico ha sottoposto il paziente alle visite previste dal protocollo sanitario: prelievo e analisi del sangue, elettrocardiogramma, controllo della pressione arteriosa.In serata Renato è tornato a casa ma durant6e il percorso per ritornare nella propria abitazione, l’uomo è morto per un infarto.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage