“Gigino Wi-Fi” scomparso da un anno. Il papà: “Lo hanno ucciso”

“Gigino Wi-Fi” scomparso da un anno. Il papà: “Lo hanno ucciso”

Giovanni, papà di Luigi, dichiara che la gente è cattiva e lui ha paura che il figlio non ci sia più. “Lo dicono le carte: è uscito il 7 di picche nero, è una carta brutta”.”O lo tengono chiuso incatenato o non ci sta più”


gigino

META DI SORRENTO – Sono trascorsi 12 mesi da quando Luigi Celentano, 18enne di Meta di Sorrento si è allontanato da casa facendo perdere le proprie tracce. Era la domenica del 12 Febbraio 2017, intorno a mezzanotte quando Luigi, per tutti GiginoWi-Fi, si è allontanato dalla casa in cui abitava con la madre e il compagno della madre. Sembra che il ragazzo, al momento della sparizione, stesse attraversando un momento di difficoltà. Certamente, nel suo paese era oggetto di diverse aggressioni da parte di bulli che, dopo una sua denuncia, invece di arrestare il proprio comportamento, gli avevano perfino spezzato un braccio, minacciandolo di morte. Grazie all’interessamento della trasmissione condotta da Federica Sciarelli, emerse che, tra le motivazioni di queste aggressioni, vi fosse il fatto che Luigi fosse ritenuto omosessuale.

La trasmissione di “Chi l’ha visto?” è tornata ancora una volta sul caso di Luigi Celetano. La sua sparizione resta ancora avvolta nel mistero. Ieri per la prima volta l’inviata del programma è riuscita a contattare il padre. Un uomo solitario, mago e cartomante, che dopo aver vissuto alcuni anni in carcere ha girato l’Italia alla ricerca di Luigi. Da Nord a Sud ma senza successo.

Nella sua intervista, Giovanni, papà di Luigi, dichiara che la gente è cattiva e lui ha paura che il figlio non ci sia più. “Lo dicono le carte: è uscito il 7 di picche nero, è una carta brutta”.”O lo tengono chiuso incatenato o non ci sta più”.